Getty Images

Kasatkina, che rullata alla Kerber: sarà semifinale con Venus Williams

Kasatkina, che rullata alla Kerber: sarà semifinale con Venus Williams

Il 16/03/2018 alle 09:59

La tennista russa, classe 1997, prosegue il suo torneo da favola e spazza via la Kerber con un clamoroso 6-0, 6-2. Per la Kasatkina è la semifinale più importante della carriera e se la vedrà con Venus Williams, che nella notte ha regolato 6-2, 6-3 Carla Suarez Navarro.

Una rullata. Per altro di quelle davvero importanti. Daria Kasatkina accede così alla semifinale più importante – fin qui – della sua giovane carriera, piallando con un nettissimo 6-0, 6-2 la tedesca Angelique Kerber. La russa prosegue così un torneo che l’ha già vista mandare ko al 3° turno l’americana Sloane Stephens (vincitrice dell’ultimo US Open e n°13 del mondo) e la testa di serie n°2 del torneo Caroline Wozniacki. Insomma, dopo aver mandato ko le ultime due campionesse slam, la Kasatkina ha fermato anche un’altra vincitrice slam come Angelique Kerber, per altro in questa settimana – e in questo inizio 2018 – apparsa piuttosto in forma.

Per riuscirci la Kasatkina ha sparato un totale di 21 vincenti, sfruttando – di contro – anche la prova opaca della Kerber, il cui dato – 32 errori non forzati – è certamente indicativo visto il tipo di tennis solitamente proposto dalla tedesca. La Kasatkina accede così alla semifinale dove troverà la vincente dell’ultimo quarto di finale femminile in programma: Suarez Navarro-Venus Williams. A fine settimana, comunque vada, Daria Kasatkina ritoccherà il suo best ranking in carriera (17). L’altra semifinale, con le due partite già giocate ieri, sarà tra Simona Halep e l’altra sorpresa Naomi Osaka.

Venus? No problem

A un passo ormai da compiere i 38 anni, Venus Williams torna in semifinale a Indian Wells. Risultato che in questo torneo la veterana non raggiungeva dal 2001, nella famosa sfida in cui non scese in campo contro la sorella Serena facendo aprire alle polemiche - che poi tennero lontane le due sorelle da questo torneo per anni. Corsi e ricorsi storici superati e che non hanno certo impensierito una Venus in pieno controllo della spagnola Suarez Navarro, che fin qui molto bene si era comportata ma che su questa superficie si è arresa senza troppo lottare a un'avversaria superiore.

Alla fine un comodo 6-2, 6-3 è stato il punteggio per Venus, che evidentemente - esattamente come lo scorso anno - continua ad avere qualcosa da dire. Tra le tante giovanissime - Kasatkina e Osaka - e insieme all'attuale n°1 del mondo Simona Halep, Venus Williams è la rappresentate - esattamente come Roger Federer nel maschile - di un fenomeno unico, caratterizzato, evidentemente, da una classe che non sarà facile ritrovare altrove in futuro.

0
0