Getty Images

Naomi Osaka passa, Venus Williams supera Petra Kvitova. Caroline Wozniacki è già ko

Naomi Osaka passa, Venus Williams supera Petra Kvitova. Caroline Wozniacki è già ko

Il 10/03/2019 alle 13:14Aggiornato Il 10/03/2019 alle 13:17

La giapponese, numero uno del mondo, nonché campionessa in carica, piega per 6-3 6-4 Kristina Mladenovic. L'americana batte 4-6 7-5 6-4 la ceca mentre cade a sorpresa la danese per 7-5 2-6 7-5 contro la russa Ekaterina Alexandrova.

Esordio vincente per Naomi Osaka nel 'BNP Paribas Open', primo torneo WTA Premier Mandatory stagionale (combined con un ATP Masters 1000 maschile) dotato di un montepremi di 9.035.428 dollari in corso sul cemento di Indian Wells, in California. La giapponese, numero uno del mondo, nonché campionessa in carica, è entrata in scena direttamente al secondo turno superando per 6-3 6-4, in un'ora e 21 minuti di gioco, la francese Kristina Mladenovic, numero 65 WTA, che l'aveva battuta proprio un paio di settimane fa negli Emirati Arabi Uniti. La 21enne di Osaka troverà al terzo turno la statunitense Danielle Collins, numero 25 WTA e del seeding, che ha sconfitto 6-4 6-1 la belga Kirsten Flipkens, numero 56 della classifica mondiale: nell'unico precedente, lo scorso anno al 2° turno di Pechino, la nipponica ha rifilato un 6-1 6-0 alla 25enne di St Petersburg.

Non sono comunque mancate le sorprese nella giornata che vedeva il debutto delle big nel deserto californiano. A cominciare dall'affermazione di Venus Williams in rimonta su Petra Kvitova, numero 3 del ranking e del tabellone, in questa stagione a segno a Sydney e finalista a Melbourne e a Dubai (è la giocatrice che ha vinto più match): la 38enne statunitense, numero 36 WTA, ha saputo imporsi con il punteggio di 4-6 7-5 6-4, dopo due ore e 27 minuti, sulla mancina di Bilovec, 29 anni da un paio di giorni, alla quale non è bastato nel set decisivo strappare la battuta all'avversaria per condurre 4-3. Venus ha reagito da campionessa, portandosi avanti 5-4 e poi Kvitova le ha servito la vittoria su un piatto d'argento commettendo due doppi falli consecutivi (10 in totale per la ceca, stesso numero di ace) sul 40-15 in suo favore e poi sbagliando un rovescio sul primo match point.

" E' stato sicuramente il mio peggior match della stagione, ho giocato male soprattutto nel terzo set quando lei ha alzato il livello del suo tennis [Petra Kvitova]"

Prossimo ostacolo per 'Venere' la connazionale Christina McHale, numero 140 WTA, proveniente dalle qualificazioni, che ha eliminato per 6-4 3-6 6-4 la russa Anastasia Pavlyuchenkova, numero 32 WTA e 30esima testa di serie.

Fuori al secondo turno anche una 'past champion' come la danese Caroline Wozniacki, numero 13 del ranking e del seeding, a segno nel 2011, che ha ceduto per 7-5 2-6 7-5, in due ore e 25 minuti, alla russa Ekaterina Alexandrova, numero 59 WTA. Eliminata pure la statunitense Madison Keys, numero 17 del ranking e del seeding, protagonista di un momento davvero poco felice, che si è fatta rimontare dalla tedesca Mona Barthel, numero 97 WTA, sempre superata in due set nelle due precedenti occasioni, che si è imposta per 3-6 6-1 7-5 dopo poco più di due ore di partita. Ad aprire il programma è stato il veloce successo della tedesca Angelique Kerber, numero 8 del ranking e del seeding, che ha liquidato per 6-0 6-2, in appena 63 minuti di gioco, la coriacea kazaka Yulia Putintseva, numero 47 WTA, replicando l'esito dell'unico precedente, disputato al primo turno del torneo del Lussemburgo oltre otto anni fa.

Video - Top 5 Australian Open: i colpi più belli della finale femminile Osaka-Kvitova

00:59
0
0