Allsport

Per ora la Sharapova fa solo la doppista

Per ora la Sharapova fa solo la doppista
Di Eurosport

Il 19/03/2009 alle 12:07Aggiornato

La tennista russa rinvia ancora il rientro alle gare in singolare e nel prossimo torneo di Miami prenderà parte soltanto alla prova di doppio

Maria Sharapova non giocherà in singolare nemmeno il torneo di Miami; lo aveva preannunciato già qualche giorno fa nel corso di una conferenza stampa a Indian Wells: "Al momento non sono in grado di gocare per più di quattro giorni di fila". Ecco spiegato, senza troppi giri di parole, perché la tennista ha deciso di rimandare a data da destinarsi il tanto atteso 'comeback' nel circuito WTA. Assente dal torneo di Montreal dallo scorso agosto, l'ex numero 1 mondialeda allora è rimasta lontano dai campi di tennis per un infortunio alla spalla che l'ha costretta a saltare l'ultima parte della staguione passata (Olimpiadi, US Open, Sony Ericsson Championships) oltre al primo Slam del nuovo anno in quel di Melbourne.

La classifica è scesa di conseguenza (attualmente è n° 23) ma alla Sharapova più che ai punti è interessata alle vittorie; se non può competere ai massimi livelli, preferisce non giocare. Tornata ad allenarsi dopo l'infortunio, la bionda siberiana è rientrata nel WTA Premier di Indian Wells, ma solo in doppio: assieme alla connazionale Elena Vesnina, Masha fa fatto poca strada perdendo subito all'esordio. Ma qualla partita è servita per "ritrovare i piccoli riti di un torneo, dagli spogliatoi all'ingresso in campo, sentire il mio nome dallo speaker, stare nella player lounge con gli altri giocatori e giocatrici, vedere il pubblico sull tribune". Di rivivere, insomma, l'atmosfera di un incontro vero e proprio, così diversa da quella che caratterizza un semplice allenamento.

Resta il fatto che a Miami in singolare Maria non ci sarà, per la delusione degli organizzatori del torneo e ovviamente dei suoi tanti tifosi. A questo punto la russa potrebbe rientrare nel nuovo torneo di Ponte Vedra Beach, in Florida, in programma ai primi di aprile; salvo ripensamenti, che nel suo caso sono sempre possibili.

0
0