Getty Images

Sarà ancora Halep-Svitolina: la Sharapova si arrende alla romena dopo un match tiratissimo

Sarà ancora Halep-Svitolina: la Sharapova si arrende alla romena dopo un match tiratissimo

Il 19/05/2018 alle 20:39Aggiornato Il 19/05/2018 alle 20:43

Dal nostro partner OAsport.it

Sarà Simona Halep (n.1 del mondo) ad affrontare l’ucraina Elina Svitolina (n.4 WTA) nella Finale degli Internazionali d’Italia 2018 del tabellone femminile (singolare). Sulla terra rossa del Foro Italico, la campionessa rumena ha piegato la russa Maria Sharapova (n.40 WTA) con il punteggio di 4-6 6-1 6-4, al termine di un incontro dai tanti ribaltamenti di fronte. Alla fine, l’ha spuntata la 26enne di Costanza, dopo 2 ore e 26 minuti di partita.

Il primo set comincia con il break di Halep e poi l’immediato controbreak di Sharapova. Questo, però, è solo l’inizio di un’incredibile serie di sei break consecutivi, che porta le due giocatrici sul 3-3. Solo nel settimo game finalmente la russa riesce a tenere la battuta e dunque a portarsi avanti per la prima volta nel set sul 4-3. E’ in pratica un “break al contrario” perché la siberiana strappa nuovamente il servizio alla numero uno del mondo e sale 5-3. Halep ha una reazione ed ottiene il break, ma nel decimo gioco perde a zero la battuta, travolta dalle risposte infuocate di Masha.

Nonostante il primo parziale perso, la rumena comincia il secondo con il break in apertura. Finalmente anche lei tiene il servizio per la prima volta nella sua partita e si porta sul 2-0. Nel quinto gioco Simona si procura due palle break e le sfrutta per salire a condurre sul 4-1. La numero uno del ranking è in totale controllo della partita e riesce anche ad annullare una palla per il controbreak della russa. Con un doppio fallo Sharapova chiude un set per lei terribile, agevolando il 6-1 della rivale.

Nel terzo set la “Musica del break” non cambia ed entrambe le giocatrici danno il loro meglio quando si trovano a rispondere piuttosto che a servire. Parte meglio la rumena che va sul 3-1, sfruttando le difficoltà negli spostamenti della Sharapova. Maria, però, tiene botta, pareggiando lo score sul 4-4 e facendo leva sulla maggiore potenza da fondo. Nella fase concitata però, la russa si perde, concedendo l’ennesimo turno in battuta all’avversaria ed alzando bandiera bianca sul 6-4.

0
0