Imago

Una buona Giorgi non basta: Camila lotta, ma passa la Kerber

Una buona Giorgi non basta: Camila lotta, ma passa la Kerber

Il 08/01/2019 alle 10:38Aggiornato Il 08/01/2019 alle 11:36

La Giorgi gioca un buon match al secondo turno di Sydney, ma la Kerber alla fine è più solida: 7-6, 6-2 a favore della tedesca, che gira la partita quando più conta.

Una buona Giorgi. Per un set e mezzo. Poi è uscita la Kerber e il match è scappato via rapido.

Ne esce con buone sensazioni però l’azzurra dal secondo turno del torno di Sydney. Per un’oretta in battaglia – e spesso davanti – a una delle giocatrici più forti e solide del circuito femminile.

La Giorgi ha interpretato come al solito la partita ‘a tutta’, tenendo la Kerber ben dietro la linea di servizio per un primo set quasi dominato da Camila dal punto di vista del gioco. Aggressiva, in comando degli scambi, in grado di sparare ben 20 vincenti e anche sopra di un break. La Kerber è però rimasta lì, con esperienza, strappando il controbreak immediato dopo il 3-1 Giorgi – e impedendo così all’azzurra l’allungo.

Poi, al tie-break, Camila ha sbagliato un po’ troppo. Il calo dell’azzurra è arrivato nel momento decisivo, con un doppio fallo e un paio di gratuiti che hanno permesso la facile fuga della Kerber fino al 4-0.

Visto scappare il primo set, la Giorgi è comunque rimasta in partita. A inizio secondo l’azzurra ha strappato un nuovo break di vantaggio, salendo 2-1, servizio e 30-0. Da lì, però, è iniziata la rimonta della Kerber. Anche in quel caso Camila non è riuscita a confermare il break appena strappato – e il rientro della tedesca ha minato la fiducia.

Camila ha iniziato a trasformare le accelerazioni che nel primo set valevano vincenti in punti facili a favore della Kerber, che ha infilato così i 5 game consecutivi.

La Giorgi vola così da Sydney e Melbourne per preparare l’Australian Open con le solite sensazioni di sempre: ovvero quelle di poter fare partita con tutte. Resta – come sempre – da limare il sempre complicato approccio ai momenti chiave.

Video - Top 5 Australian Open: Federer, Djokovic, Nadal e i momenti storici del torneo maschile

03:04
0
0