Getty Images

Sloane Stephens vola in finale contro la Svitolina: rimonta e gloria contro la Pliskova

Sloane Stephens vola in finale contro la Svitolina: rimonta e gloria contro la Pliskova

Il 27/10/2018 alle 15:37Aggiornato Il 27/10/2018 alle 15:54

L'americana, dopo una partenza shock col bagel subito nel primo set, rimonta Karolina Pliskova e si prende la prima finale alle WTA Finals: 0-6, 6-4, 6-1. Domenica affronterà Elina Svitolina. Entrambe hanno vinto fin qui tutte le partite.

Sarà Sloane Stephens contro Elina Svitolina la finale 2018 del Masters femminile. Questo il verdetto dopo una settimana di round robin e successive semifinali.

La Stephens infatti si è imposta in rimona su Karolina Pliskova, reagendo al clamoroso bagel subito nel primo set e al break di svantaggio in cui si era trovata sotto nel secondo. Un parziale di 8 giochi a 0 che sembrava aver indirizzato chiaramente la partita nelle mani della ceca; che invece ha subito il rientro da applausi dell’americana.

La Stephens ha infatti trovato il modo di rimanere maggiormente in partita regalando decisamente meno e mettendo freno al tennis di spinta della Pliskova. La ceca, di contro, disastrosa al servizio – ha terminato la partita con 0 aces a referto e il 43% di prime in campo – è piano piano uscita dal match, lasciando così spazio a un’avversaria che, semplicemente più in palla, si è presa la scena.

Lo sliding door definitivo nel terzo game del terzo set, dove dopo break e controbreak, la Pliskova ha perso nuovamente il servizio lasciando spazio alla corsa della Stephens.

La finale pone così davanti le due giocatrici che hanno vinto tutte e 4 le loro partite nel corso di questa settimana. Ma soprattutto dà la possibilità alla Svitolina di prendersi una piccola rivincita. La settimana scorsa, a Mosca, infatti, la Stephens, pur essendo certa di essere già qualificata alle WTA Finals, non ha rinunciato alla sua wild card, perdendo però malamente la sua partita e lasciando alla Svitolina (che invece quel torneo avrebbe dovuto giocarlo per essere certa di fare punti in vista di Singapore) in una situazione di impotenza.

Domenica si scontreranno proprio loro due, che fino all’ultimo insomma si sono dovute lottare il posto tra le migliori di fine anno. Sintomo evidente dell’imprevedibilità del circuito femminile, dove tra le top – e non solo – una chance in questo momento tutte la possono avere con tutte.

0
0