Eurosport

Universiadi 2019, la nazionale italiana maschile di pallavolo conquista l’oro

Universiadi 2019, la nazionale italiana maschile di pallavolo conquista l’oro

Il 14/07/2019 alle 13:07Aggiornato Il 14/07/2019 alle 13:08

Gli azzurri sono riusciti a vincere la medaglia d'oro alle Universiadi di Napoli battendo in finale la Polonia per 3 set a 2.

Dopo 49 anni, l’oro della pallavolo alla Universiadi torna in Italia. E, ciliegina sulla torta, lo fa in casa, esattamente come a Torino nel 1970. Una finale ricchissima e tesissima tra due squadre che non hanno mollato un attimo, con il pubblico del PalaSele di Eboli sempre a sostenere gli azzurri.

Partenza in salita per gli azzurri, che hanno sofferto molto nel primo set: la Polonia ha dominato largamente, chiudendo per 16-25. I ragazzi allenati da Gianluca Graziosi hanno però saputo risollevarsi subito, portando a casa il secondo set 25 a 20 e ristabilendo la parità. Il terzo set è stato ancora firmato dalla Polonia, che è tornata ad esprimere un gioco efficace, chiudendo 22 a 25. Il quarto set poteva potenzialmente regalare alla Polonia l’oro, ma gli azzurri sono riusciti a reagire e a vincere 25-23. L’oro si è deciso dunque al tie break, anche questo molto combattuto, con gli azzurri che alla fine sono riusciti a battere gli avversari per 15-10.

Ottima la gara di Giulio Pinali, che è riuscito a mettere a segno 26 punti. Giacomo Raffaelli è arrivato a quota 17 punti, mentre Fabio Ricci a 12, con 6 muri. Nella finale per il terzo posto, la Russia ha nettamente battuto la Francia per 3 set a 0, con i parziali di 18-25, 20-25 e 22-25.

Chiuso anche il campionato di calcio maschile, con il Giappone che ha battuto per 4 a 1 il Brasile, grazie alla tripletta di Ueda e al goal di Hatate; il Brasile è andato a segno con Luiz. Nella finale per il terzo posto, l’Italia ha battuto ai rigori la Russia. Partiti bene nel primo tempo, con il rigore segnato da Zonta e il 2-0 firmato da Galeandro, gli azzurri hanno sofferto nel secondo tempo e la Russia è riuscita a pareggiare con Pogorelov e Salamatov. Si è dunque deciso tutto ai rigori, con l’Italia che ha avuto la meglio per 4-3.

0
0