AFP

La pioggia è protagonista: doppietta Porsche in qualifica

La pioggia è protagonista: doppietta Porsche in qualifica
Di Eurosport

Il 17/06/2016 alle 18:54Aggiornato Il 17/06/2016 alle 18:55

Non inizia nel migliore dei modi il lungo weekend della 24 ore di Le Mans 2016. La pioggia recita un ruolo fondamentale, portando gli organizzatori a sospendere per oltre un'ora la qualifica del giovedi sera e impedendo ai piloti di migliorare i crono stabiliti nella sessione di mercoledi. Nella categoria LMP1 in pole c'è la Porsche di Jani-Lieb e Dumas, davanti alla gemella di Mark Webber.

Una qualifica che non c'è stata. E' andata pressapoco così l'antipasto che anticipa la 24 ore di Le Mans 2016, uno degli eventi più importanti dell'anno per il motorsport. Il brutto tempo non ha permesso agli organizzatori di far disputare entrambe le sessioni del giovedi sera, sospendendo le ostilità per oltre un'ora, costringendo a tenere buoni i tempi addirittura del mercoledì. E così in pole position c'è una Porsche, ma non quella favorita di Webber, Hartley e Bernhard, ma la sorella. E' la numero due che domani sarà davanti a tutti alle ore 15 sulla griglia, quella capitanata da Neel Jani, bravissimo ad andare sotto il muro del 3'20'' nella sera del mercoledi. Insieme a Jani correranno Dumas e Lieb per una doppietta Porsche in prima fila.

    La seconda fila è tutta a tinte Toyota. Le vetture della squadra giapponese volano sul bagnato, ma nulla hanno potuto contro i tempi segnati sull'asciutto dagli altri due avversari. Nel terzo posto in griglia ci sarà la n.6 di Sarrazin-Conway-Kobayashi, seguita dalla 5 di Davidson-Buemi-Nakajima. Deludono le Audi, in terza fila e lontana dalle altre due. Gara che comunque si preannuncia molto interessante, contando lo spauracchio pioggia che dovrebbe arrivare a più riprese lungo le 24 ore.

    VIDEO: Le Mans a rischio pioggia. Come cambia la guida

    Scusa, questo video non è più disponibile

    Debutto col botto per Ford

    Ford fa subito la storia. Bourdais, Hand e Muller riscrivono subito nuovi record al debutto dopo una vita alla Le Mans per il marchio dell'ovale blu. Nella categoria GTE pro non c'è storia, sono loro certamente i favoriti per il successo finale.

    VIDEO: Tuscher contro Patterson. Il più giovane e il più vecchio alla Le Mans

    Scusa, questo video non è più disponibile

    60 vetture in gara, anche 2 donne

    L’edizione di quest’anno vede 60 vetture in gara, 180 piloti provenienti da 27 Paesi differenti. L’Italia porta con sé 7 alfieri. Due, invece, è il numero delle donne in gara: la danese Christina Nielsen, sulla Ferrari 458 di Formula Racing, e la francese Ines Tattinger sul prototipo LMP2 di Pegasus Racing.

    VIDEO: Lo spettacolo della Le Mans di notte

    Scusa, questo video non è più disponibile

    Categorie in pista e pronostici

    Facciamo un attimo di chiarezza sulle categorie: le vetture dell'LMP1 si giocano la classifica assoluta e sono solo 9 vetture in pista. La lotta è chiaramente tra le due Audi, le due Porsche e le due Toyota. In LMP2 sono invece 23 le auto in pista. Domani davanti a tutti ci sarà la Nissan Oreca O5: Roman Rusinov ha fermato il cronometro a 3:36.605. Grande aspettativa per la categoria GT, con le GTE pro con Ford in grande spolvero. Ci saranno anche le GT Am, per piloti non professionisti.

    Video: 24 Ore di Le Mans: gli incidenti più spettacolari di sempre

    0
    0