FIA WTCR

Haglof spiega le difficoltà di un debuttante

Haglof spiega le difficoltà di un debuttante
Di FIA WTCR

Il 13/09/2019 alle 12:00Aggiornato Il 13/09/2019 alle 12:08

Daniel Haglöf ha ammesso che lui e il suo compagno Mikel Azcona avranno qualche difficoltà in Cina nelle gare del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO.

La coppia della PWR Racing ha superato ogni aspettativa riuscendo anche a vincere in Portogallo con lo spagnolo, ma essere debuttanti ha le sue problematiche.

“Corriamo contro gente che ha tantissima esperienza e conosce la pista - aveva detto Haglöf ad inizio stagione - Gli altri mettono a punto il set-up, noi dobbiamo prima adattarci alla macchina”.

Azcona ed Haglöf non hanno mai corso sui tracciati che restano da qui a fine anno. Intanto la PWR Racing ha intavolato una collaborazione con la Comtoyou Racing per il simulatore, seppur il poco tempo a disposizione non abbia aiutato molto.

“Mi piace allenarmi così, ma non c'è stato tanto tempo perché avevamo anche da fare in TCR Scandinavia e appuntamenti con gli sponsor. Ho dato un'occhiata ai video on board, ma andare al limite è un altro discorso. Mi sembra che qui si possano fare 5-6 giri per essere competitivi, ma in generale servirà una stagione e poi tornare per giocarcela".

Haglöf è anche preoccupato da un'altra cosa.

"Molti sanno cosa può accadere qui, specialmente nella curva 3 dove ci sarà parecchio caos. Molti hanno idea della linea da evitare e mi immagino già il trenino di macchine che si creeà. E' molto difficile, ma non c'è altra scelta. Dobbiamo imparare un passo alla volta. Speriamo di essere qui ancora per molto, quindi andiamo con calma e cerchiamo di non correre di fretta".

0
0