FIA WTCR

Pechino, Baku, Monaco, Trois-Rivières e Macao, ecco il gran finale di Vervisch

Pechino, Baku, Monaco, Trois-Rivières e Macao, ecco il gran finale di Vervisch
Di FIA WTCR

Il 10/11/2018 alle 06:00Aggiornato Il 10/11/2018 alle 10:24

Eurosport Player: Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Frédéric Vervisch vedrà avverarsi il suo sogno quando correrà le gare del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO a Macao.

Il pilota dell'Audi Sport Team Comtoyou non è mai andato sul Circuito da Guia e non vede l'ora di cominciare questa sfida.

“Ho 32 anni e ho sempre sognato di correrci - ha detto il belga - Sono stato su diversi circuiti cittadini in passato come Pechino, Baku, Monaco, Trois-Rivières e ovviamente quelli del WTCR, ossia Vila Real, Marrakech e Wuhan".

“Su ogni pista serve avere esperienza perché non si può andare al limite subito, ogni errore potrebbe porre fine al tuo weekend già nelle libere. Non bisogna dimenticare nulla".

"Ovviamente in passato abbimo visto giochi di scia, sorpassi e strani incidenti come il volo in aria di Laurens Vanthoor con la sua GT3 o le carambole. Anche il freno a mano al tornantino "Melco" è possibile da usare!"

“In generale sarà una lotteria e tutto molto impegnativo. A volte si bloccano i freni su queste macchine e non si sa perché, quindi a Macao bisogna tenersi un buon margine. Ci sono piloti che hanno già corso qui in passato e hanno un bel vantaggio, spero che le parti veloci siano buone per la mia Audi RS 3 LMS".

0
0