Eurosport

Wtcc Suzuka

Giappone, gli acuti di Menu e Coronel
Di Eurosport

Il 23/10/2011 alle 11:22Aggiornato Il 05/11/2011 alle 15:15

Il pilota svizzero della Chevrolet Cruze si aggiudica gara 1 del circuito giapponese davanti a Robert Huff. Tom Coronel si impone in gara 2 mettendosi alle spalle Yvan Muller

GARA 1

Dopo aver conquistato la pole, Alain Menu non sbaglia in gara 1 dell'appuntamento giapponese. Il pilota svizzero è stato bravo a combattere e a recuperare la prima posizione dopo che il suo compagno di squadra, Yvan Muller, lo aveva superato alla partenza. Il contro sorpasso avviene nel corso dell'ottavo giro con il francese che nei giri successivi deve affrontare problemi di set-up che lo costringono a guidare al limite e un errore lo relegherà al quarto posto. Al secondo posto dunque si piazza Huff che accorcia in classifica sul leader del mondiale. Al terzo posto Michel Nykjaer al suo primo podio. Gli altri due posti della top 5 sono appannaggio delle BMW con Kristian Poulsen che ha preceduto Colin Turkington. Gabriele Tarquini si è girato nelle prime fasi ma è riuscito a ripartire chiudendo al nono posto. Coinvolti negli incidenti di inizio gara anche Tiago Monteiro, Tom Coronel e Hiroki Yoshimoto. Prestazione ottima del padrone di casa Yukinori Taniguchi che davanti al proprio pubblico ottiene il suo miglior risultato di sempre arrivando settimo.

GARA 2

Tom Coronel sorride in gara 2 trovando la sua seconda vittoria in carriera nel mondiale wtcc. Il pilota olandese ha approfittato della confusione creata da Darryl O'Young, partito dalla pole e intrappolato in un contatto con Gabriele Tarquini che lo ha costretto a fare un'escursione nella ghiaia. Coronel ha resistito agli attacchi, resi più complicati dal tracciato che difficilmente permette i sorpassi. Yvan Muller (il quale ha tentato invano di mettere pressione su Coronel), Rob Huff e Alain Menu hanno occupato le posizioni dalla seconda alla quarta mentre Robert Dahlgren ha chiuso quinto una gara che lo avrebbe potuto vedere sul podio se solo fosse stato più determinato.

0
0