FIA WTCR

Zandvoort, casa dolce casa

Zandvoort, casa dolce casa
Di FIA WTCR

Il 15/05/2019 alle 18:00Aggiornato Il 15/05/2019 alle 18:08

Per la seconda volta il WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO andrà a Zandvoort e gli olandesi Nicky Catsburg, Tom Coronel e Niels Langeveld saranno i grandi protagonisti del Jumbo Racedagen.

Nicky Catsburg (BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team): “Il Jumbo Racedagen è un bellissimo evento con tanta gente che verrà a vedere Max girare con la F1. Ci aspettiamo più di 100.000 presenze. La prima volta che ho corso su questa pista avevo 15 anni, ma ricordo che venni qui anche da bambino per vedere le gare di Formula 3. Sono uno dei tre olandesi del WTCR e rispetto molto Niels. Lavora benissimo e si è meritato il volante dell'Audi. Anche Tom lo conosco da parecchio tempo, abbiamo gareggiato assieme per anni in patria e al supermercato tutti lo conoscono, mentre se chiedi 'chi è Nicky Catsburg?’ nessuno lo sa!”

Tom Coronel (Comtoyou DHL Team CUPRA Racing): “Sarà un mese impegnativo con tre gare in poche settimane, ma personalmente sono concentrato su quella di casa per varie ragioni. Primo per i fan, secondo perché conosco bene la pista avendoci corso per 30 anni. Sarà un po' stressante, con tanta gente che mi vorrà incontrare nelle varie iniziative promozionali. Sono fiducioso, il WTCR in Olanda è molto seguito da anni in TV e poi ci sarà Max con noi. Le gare saranno serratissime, si può arrivare decimi come primi. Non si sa mai cosa può succedere, questo rende tutto più bello".

Niels Langeveld (Comtoyou Team Audi Sport): “Ovviamente sarà entusiasmante correre le gare del WTCR in casa mia e non oso pensare a quanto sarebbe bello vincere. Debbo però restare concentrato e prepararmi al meglio per ottenere il miglior risultato possibile. Zandvoort la conoco bene e la curva che preferisco è la Scheivlak perché è quella più veloce e dove ci sono stati più incidenti, sembra di essere sulle montagne russe perché arrivi in cima e poi scendi giù rapidamente. Il rischio di sovrasterzo è altissimo e in Swift Cup e Clio Cup ho corso dei grandi rischi. E' fantastica, ma bisogna essere perfetti".

0
0